Lug 29 2020

GLI ESCLUSI DELLA CITTA’

L'immagine può contenere: 1 persona, il seguente testo "ESCLUS DALLE CITTÀ "PRIMA DI TUTTO VENNERO PRENDERE GLI ZINGARI FUI CONTENTO PERCHÉ RUBACCHIAVANO. POI VENNERO PRENDERE GLI EBREI STETTI ZITTO, PERCHE MI STAVANO ANTIPATICI POI VENNERO PRENDERE GLI OMOSESSUALI FUI SOLLEVATO, PERCHE MI ERANO FASTIDIOSI. POI VENNERO PRENDERE COMUNISTI ED 10 NON DISSI PERCHE NON COMUNISTA. GIORNO VENNERO PRENDERE NON C'ERA RIMASTO NESSUNO A PROTESTARE. DRAMMAT URGO TEDESCO 1898- ME siamo rabbia perla sconfitta l'esclusione rabbia diventa unBespressione collettiva schiacciare ambizioni spreme angoscia, forza dirompente profitto."
“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari. E fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei. E stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, ed io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare.” – B.Brecht, drammaturgo tedesco 1898-1956

10 luglio 2020, più di 100 carabinieri, poliziotti e vigili per le strade intorno a piazzale Cuoco. Assieme a loro dipendenti aler, giornalisti e politici. Il motivo è lo sgombero programmato di 6 case popolari. Il pretesto è una rissa avvenuta nel mese di maggio, per cui alcuni di loro sono indagati, ma è evidente come questa non sia altro che una scusa.

Continue reading


Giu 4 2020

CRONACHE DI CORVETTO

L'immagine può contenere: il seguente testo "RESTARE A CASA? MM E ALER SGOMBERANO COMUNQUE"

Nonostante il blocco degli sgomberi dovuto all’epidemia Covid 19, il triste lavoro di Aler non si è mai fermato. Ufficialmente dichiara di procedere solamente con gli sgomberi in flagranza, e già questa è una mossa ben meschina dal momento che, proprio nei mesi di emergenza, molti si sono trovati nella necessità di avere una casa per tutelare la propria salute, quella altrui ed evitare di incorrere in pesanti sanzioni.

Continue reading


Mag 26 2020

RITORNARE NELLE STRADE

L'immagine può contenere: notte

La sera di Giovedì 21 maggio un gruppo di occupanti è tornato a farsi sentire per le strade di corvetto.
Pentole, musica e interventi al megafono hanno affollato il nostro quartiere, quartiere in cui quest’emergenza sanitaria è stata più pesante che altrove, a causa della metratura degli appartamenti, minori garanzie lavorative, carenza di soldi da parte.

Continue reading


Mag 21 2020

La casa e il Covid-19. Il Decreto Rilancio non dà risposte per l’emergenza abitativa

21 maggio 2020

La casa è diventata uno dei simboli di questa pandemia. Per tutta la durata del confinamento, l’abitazione si è rivelata il cuore pulsante di una comunità che ha cercato di salvaguardare il proprio quotidiano nonostante lo stato di emergenza. La casa si è fatta ufficio, scuola e piazza. Ma è bastato poco tempo perché ci si rendesse conto della ferocia di classe, razza e genere dell’oggetto-casa in uno stato di confinamento da emergenza sanitaria. Da oggi faremo i conti con una realtà di crisi ordinaria che ci ricorderà che non eravamo mai usciti da una situazione di emergenza abitativa e che questa ritornerà con ancora più forza.

Continue reading


Mag 14 2020

Ancora multe ai senzatetto perché… non hanno una casa – Rinnovata la richiesta di luoghi franchi per l’accoglienza

Non si ferma quello che appare con un vero e proprio accanimento nei confronti di chi vive per strada. Dobbiamo infatti ancora registrare, contro ogni norma di buon senso, episodi di sanzioni nei confronti di chi una dimora non ce l’ha e quindi è per forza di cose costretto a vivere sui marciapiedi della nostra città. Ripetiamo, al di là della norma, che basterebbe applicare la legge del buon senso: come si fa infatti ad incolpare un senzatetto di non avere un tetto e perciò multarlo? Se la cosa non fosse drammatica, sfiorerebbe il ridicolo. Continue reading


Mag 14 2020

Milano – Dopo lo sgombero di una casa occupata 40 persone contro i poliziotti

Milano, Verso le 17.30 del 14 aprile, sotto il palazzo dove era appena stato effettuato uno sgombero si sono radunate circa quaranta persone. I manifestanti hanno cominciato a protestare e minacciare i poliziotti, tanto che in via Ricciarelli sono dovute intervenuti oltre dieci Volanti e una camionetta dell’Esercito. Sul posto anche gli agenti della Digos per identificare i presenti.

Link all’articolo originale


Mag 14 2020

Indifferenza ed elemosina: i migranti del Selam Palace ancora senza diritti

Abbandonata dalle istituzioni pubbliche per 14 anni la Casa della Pace con i suoi 600 ospiti diventa un problema di ordine pubblico da risolvere con Polizia ed Esercito, dimenticando che lì vivono uomini, donne e bambini che hanno bisogno di tutto. Continue reading


Mag 14 2020

OCCUPA E RESISTI

Mai come in questo momento la casa è un bisogno. Oggi i politici parlano tanto del rimanere a casa per contrastare il propagarsi del virus. Chi resta all’aperto è esposto ai continui controlli della polizia, mentre i bar e i luoghi di incontro sono chiusi. Come al solito i discorsi istituzionali si dimenticano di chi un tetto non ce l’ha o abita in situazioni sovraffollate. Dopo mesi in cui ALER ha sgomberato a un ritmo serrato, svuotando anche più di cinque case a settimana, è stata costretta a chiudere gli uffici e limitare al minimo le attività per la quarantena. Continue reading


Mag 14 2020

La Residenza è un diritto per i senza dimora

L’iscrizione alla anagrafe comunale è un diritto soggettivo

“L’iscrizione alla anagrafe comunale è un diritto soggettivo (e non concessorio) riconosciuto dal nostro ordinamento (Legge  anagrafica, Legge n. 1228 del 24.12.1954) a tutti i cittadini che ne hanno facoltà. Fanno eccezione gli stranieri non regolarmente soggiornanti sul territorio.” Continue reading


Mag 14 2020

Emergenza Coronavirus. Un vademecum per istituire la via fittizia

Bisogna occuparsi, e in fretta, di chi non ha un tetto sulla testa ed è costretto a vagare per le città. Diciamo da più di vent’anni che chi vive in strada ha bisogno di una casa e di una residenza per potersi curare ma oggi, ai tempi del coronavirus, queste necessità assumono una drammatica urgenza. La fio.PSD e Avvocato di strada mettono a disposizione di tutti i Comuni un vademecum per deliberare l’istituzione della Via Fittizia, uno strumento necessario per garantire la residenza alle persone senza dimora e, con essa le necessarie cure. Continue reading


Mag 14 2020

TERMOLI Non ha una casa ma non lo dichiara: multa di 400 euro. “Stava andando in Caritas per il pranzo”

Un episodio dal sapore amaro è quello accaduto ieri a Termoli, dove un uomo senza fissa dimora è stato multato per violazione delle norme anti-Covid. Vive in un camion e si reca in Caritas e alla Città Invisibile per mangiare. Ma, probabilmente per pudore, non ha dichiarato qual è la sua reale condizione e gli agenti lo hanno sanzionato per 400 euro. Continue reading


Mag 14 2020

Covid-19 e senzatetto, cosa fanno le città europee

La questione di chi non ha un tetto durante la pandemia di Covid-19 non riguarda solo l’Italia. Tutta Europa si deve in qualche modo misurare con la tutela delle persone che vivono in strada e c’è chi sta cercando di farlo in modo innovativo. In un articolo pubblicato da Redattore Sociale, la giornalista Alice Facchini ha passato in rassegna alcune città europee per vedere come stanno fronteggiando il problema. Continue reading