Nov 26 2020

Ferrara. Sistema patriarcale: Pandemia sociale

Image may contain: night and outdoor
25 marzo 2020 – Ferrara. Al di là della cornice istituzionale prestabilita per il 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il Centro Sociale la Resistenza si esprime in solidarietà oggi, come ogni altro giorno, a tutte le donne, soggettività e trans, alle sex worker e alle migranti che ogni giorno resistono e si ribellano ai confini. Continue reading

Nov 25 2020

Torino: Volantino contro le redazioni de La Stampa e La Repubblica

“I terroristi siete voi!

Voi, che terrorizzate la popolazione manipolando l’informazione secondo quanto vi viene commissionato da chi comanda.

Voi, che coprite con un complice silenzio quanto il potere non vuole che si sappia, come la strage nelle carceri italiane dello scorso marzo, con 13 morti ammazzati e centinaia di recluse e reclusi massacrati di botte.

Continue reading


Nov 9 2020

UN’UNICA CERTEZZA

Oggi assistiamo ad un inasprimento della repressione facilitato dall’emergenza sanitaria COVID-19 e, di conseguenza, ad un attacco a tutte le forme di conflittualità compreso il movimento anarchico.
Centinaia di compagni e compagne sono e saranno a breve processati per diverse operazioni repressive portate avanti dalle Procure: Scripta Manent, Panico, Ritrovo, Bialystok, Lince, Renata, Scintilla, Prometeo, processo del Brennero, processo per l’attacco alla sede della Lega di Treviso).

Continue reading


Nov 9 2020

Trento. Manifestazione 6 novembre. Vietato manifestare. Denunce e fogli di via contro compagni e compagne

9 ottobre 2020

Da tempo era stata pubblicizzata, sul web e sui muri della città, una manifestazione a Trento [per venerdì 6 novembre] che aveva l’obiettivo di contestare la gestione della crisi economica e sociale legata alla pandemia, che ha il principale obiettivo di difendere gli interessi di Confindustria e delle aziende più influenti sulla politica nazionale.

Continue reading


Nov 7 2020

Bologna. Uova e scritte in Galleria Cavour, poi caricati i manifestanti per “reddito, salute, welfare e diritti” e due fermi (AUDIO)

7 novembre 2020

“Non dobbiamo pagare questa crisi, serve un segnale forte” le parole d’ordine alla partenza del previsto corteo di riders, precari/e, studenti/esse. In precedenza tra Nettuno e Crescentone avevano avuto luogo l’incontro dell’assemblea per Salute del territorio e il cacerolazo di Priorità alla scuola.

Continue reading


Nov 6 2020

Modena – 7 novembre presidio al carcere Sant’Anna


Nov 6 2020

Calabria, zona rossa, ma non per contagi

La Calabria, chiusa per inadeguatezza del sistema sanitario, non per il numero dei contagi. Una regione in cui da anni è impossibile curarsi e dove Giovedì 5 Novembre è scoppiata la rabbia. Approfondiamo la realtà di Cosenza dove, nonostante le dimensioni ridotte della città, negli ultimi mesi è maturata una rete di solidarietà dal basso.

AUDIO: https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2020/11/cosenza.mp3?_=1
Fonte: https://radioblackout.org/2020/11/calabria-zona-rossa-ma-non-per-contagi/


Nov 5 2020

Torino. Presidio al carcere Lorusso Cutugno. Anche le vite delle detenute e dei detenuti contano

5 novembre 2020. Oggi le mamme per la libertà di dissenso hanno organizzato un presidio molto partecipato al carcere Lorusso Cutugno di Torino per sostenere Dana, detenuta dal 17 settembre, e le altre detenute e i detenuti.

Continue reading


Nov 4 2020

“Reddito contro la crisi”, proteste a Bologna davanti all’Ausl, Gucci e Benetton

Bologna – 4 novembre 2020. Azione comunicativa del Cua all’ingresso del poliambulatorio di via Montebello: “Erogazione gratuita, immediata e a tappeto, di tamponi e mascherine Ffp2”.
Attiviste/i di Noi Restiamo e Federazione del sociale Usb, invece, si sono presentate davanti alle vetrine della casa di moda e di Benetton: “I soldi dei ricchi vanno redistribuiti a chi ne ha bisogno”.

Vedi: https://www.zic.it/reddito-contro-la-crisi-proteste-davanti-allausl-e-gucci/


Nov 1 2020

Torino: la città dei sommersi, la pandemia e noi

1 novembre 2020

Cosa è successo?

Dopo Napoli, prima della tempesta.

Continue reading


Nov 1 2020

SULLA MANIFESTAZIONE DEL 30 OTTOBRE A FIRENZE

Image may contain: one or more people and people standing

1 novembre 2020

La dissociazione è una pratica con cui si rafforza sempre e soltanto la repressione.
È una scelta facile e indolore per chi la pratica in casi come questo, ma allo stesso tempo tende a rimuovere uno spaccato della realtà per opportunismo politico: “mi dissocio, mi lavo la coscienza, punto il dito contro i cattivi e piú lo grido, piú rappresento i buoni”.

Continue reading


Nov 1 2020

Anarchici contro il coprifuoco bloccano il traffico davanti al Santuario di Saronno

Di seguito la notizia fornita dai giornali mainstream

Continue reading


Nov 1 2020

PODCAST IO TE L’AVEVO DETTO – IO TE L’AVEVO MANIFESTATO

1 novembre 2020

Una puntata di Radio Onda Rossa che affonda nel senso delle contestazioni di questo intenso periodo storico culturale. Quanti semo, chi semo, da dove venimo, ma soprattutto, dov’ annamo!

AUDIO SU: http://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/2020/11/podcast-te-lavevo-detto-te-lavevo


Nov 1 2020

Roma scende in piazza: «Vogliamo reddito, salute e patrimoniale»

1 novembre 2020

Una partecipazione massiccia all’appuntamento indetto dai movimenti sociali sabato 31 ottobre a Roma. La piazza strappa la possibilità di sfilare in corteo. Qualche scontro con la polizia e una carica

Continue reading


Ott 31 2020

Firenze: Un grido senza parole

31 ottobre 2020

Sono le nove, e chi si avvicina a piazza della Signoria trova una piazza blindata, sigillata dai reparti antisommossa. Tutto attorno ci sono le vetrine dei negozi del lusso barricati da pannelli di legno per l’occasione. E’ da tre giorni che sui giorni non si fa che parlare dell’incubo incidenti e vetrine rotte. Come a Napoli, come a Torino, come a Milano. Come a “Gucci”. Questa volta dall’alto non ci sono gli appelli alla protesta civile e pacifica: la manifestazione è stata dichiarata direttamente “illegale” dopo la riunione del comitato per l’ordine pubblico in Prefettura. Gli appelli che vengono dalla politica e dalle istituzioni è di stare a casa: “sarà tollerenza zero”.

Continue reading