Nov 20 2020

Napoli. Indagate nove persone per la mobilitazione del 23 ottobre

Image may contain: one or more people, people standing and crowd

20 novembre 2020

Nei giorni scorsi la procura di Napoli ha aperto un fascicolo a carico di nove ragazzi per la mobilitazione del 23 ottobre 2020 con gravissime accuse: devastazione e saccheggio aggravati dalla matrice camorristica e dalla finalità terroristica eversiva.

Continue reading


Nov 9 2020

Trento. Manifestazione 6 novembre. Vietato manifestare. Denunce e fogli di via contro compagni e compagne

9 ottobre 2020

Da tempo era stata pubblicizzata, sul web e sui muri della città, una manifestazione a Trento [per venerdì 6 novembre] che aveva l’obiettivo di contestare la gestione della crisi economica e sociale legata alla pandemia, che ha il principale obiettivo di difendere gli interessi di Confindustria e delle aziende più influenti sulla politica nazionale.

Continue reading


Nov 7 2020

Bologna. Uova e scritte in Galleria Cavour, poi caricati i manifestanti per “reddito, salute, welfare e diritti” e due fermi (AUDIO)

7 novembre 2020

“Non dobbiamo pagare questa crisi, serve un segnale forte” le parole d’ordine alla partenza del previsto corteo di riders, precari/e, studenti/esse. In precedenza tra Nettuno e Crescentone avevano avuto luogo l’incontro dell’assemblea per Salute del territorio e il cacerolazo di Priorità alla scuola.

Continue reading


Nov 6 2020

Calabria, zona rossa, ma non per contagi

La Calabria, chiusa per inadeguatezza del sistema sanitario, non per il numero dei contagi. Una regione in cui da anni è impossibile curarsi e dove Giovedì 5 Novembre è scoppiata la rabbia. Approfondiamo la realtà di Cosenza dove, nonostante le dimensioni ridotte della città, negli ultimi mesi è maturata una rete di solidarietà dal basso.

AUDIO: https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2020/11/cosenza.mp3?_=1
Fonte: https://radioblackout.org/2020/11/calabria-zona-rossa-ma-non-per-contagi/


Nov 4 2020

Aspettando rivolte: grande è il disordine sotto i Dpcm, ma la situazione è quella che è

4 novembre 2020

Le proteste contro il lockdown che stanno attraversando l’Italia ci restituiscono l’immagine di un paese sull’orlo di una crisi di nervi. Non stupisce allora che in molti, anche nel movimento, si improvvisino psicanalisti che, notoriamente, sono dei pazienti che tendono a curare gli altri per non curare se stessi. Trascinati da un desiderio alla deriva, violentemente attaccato a quell’oggetto sfuggente e recalcitrante chiamato lotta di classe, finiamo per vederla ogni qualvolta si manifesti un sussulto, un vetro rotto o, se non altro, un po’ di possibile. Mentre si consuma il rito un po’ introverso degli scioperi autunnali, una voce chiama nel deserto: tu ci chiudi, tu ci paghi, dice, e l’odore inebriante del reddito garantito si diffonde nell’aria, appena un po’ rarefatta da fumogeni di varia provenienza.

Continue reading


Nov 2 2020

Situazione arrestati alla protesta anti-DPCM di Firenze.

(Qui sopra la vignetta di solidarietà a due delle attiviste arrestate venerdì che si trovano nel carcere di Sollicciano)

2 novembre 2020 – Si è conclusa l’udienza per la convalida delle compagne e compagni arrestat* venerdi 30 ottobre a Firenze, quando 20 personx sono state portate via a seguito della violenta carica di polizia a Porta al Prato, dove le forze del disordine hanno cercato anche di investire le persone con i mezzi in dotazione.
Kekka è libera con obbligo di firme; Giova domiciliari con restrizione di comunicazione; Pietro e alberto rimangono in carcere.
Giudici e sbirri cercano dei capri espiatori di una rabbia sociale ormai incontenibile.
Noi non cadremo nella loro narrazione. Al fianco di tuttx coloro che alzano la testa. Rivogliamo tuttx liberx immediatamente! I soli violenti sono lo stato e il patriarcato.

 


Nov 1 2020

Torino: la città dei sommersi, la pandemia e noi

1 novembre 2020

Cosa è successo?

Dopo Napoli, prima della tempesta.

Continue reading


Nov 1 2020

SULLA MANIFESTAZIONE DEL 30 OTTOBRE A FIRENZE

Image may contain: one or more people and people standing

1 novembre 2020

La dissociazione è una pratica con cui si rafforza sempre e soltanto la repressione.
È una scelta facile e indolore per chi la pratica in casi come questo, ma allo stesso tempo tende a rimuovere uno spaccato della realtà per opportunismo politico: “mi dissocio, mi lavo la coscienza, punto il dito contro i cattivi e piú lo grido, piú rappresento i buoni”.

Continue reading


Nov 1 2020

Anarchici contro il coprifuoco bloccano il traffico davanti al Santuario di Saronno

Di seguito la notizia fornita dai giornali mainstream

Continue reading


Nov 1 2020

PODCAST IO TE L’AVEVO DETTO – IO TE L’AVEVO MANIFESTATO

1 novembre 2020

Una puntata di Radio Onda Rossa che affonda nel senso delle contestazioni di questo intenso periodo storico culturale. Quanti semo, chi semo, da dove venimo, ma soprattutto, dov’ annamo!

AUDIO SU: http://www.ondarossa.info/newstrasmissioni/2020/11/podcast-te-lavevo-detto-te-lavevo


Nov 1 2020

Roma scende in piazza: «Vogliamo reddito, salute e patrimoniale»

1 novembre 2020

Una partecipazione massiccia all’appuntamento indetto dai movimenti sociali sabato 31 ottobre a Roma. La piazza strappa la possibilità di sfilare in corteo. Qualche scontro con la polizia e una carica

Continue reading


Ott 31 2020

Firenze: Un grido senza parole

31 ottobre 2020

Sono le nove, e chi si avvicina a piazza della Signoria trova una piazza blindata, sigillata dai reparti antisommossa. Tutto attorno ci sono le vetrine dei negozi del lusso barricati da pannelli di legno per l’occasione. E’ da tre giorni che sui giorni non si fa che parlare dell’incubo incidenti e vetrine rotte. Come a Napoli, come a Torino, come a Milano. Come a “Gucci”. Questa volta dall’alto non ci sono gli appelli alla protesta civile e pacifica: la manifestazione è stata dichiarata direttamente “illegale” dopo la riunione del comitato per l’ordine pubblico in Prefettura. Gli appelli che vengono dalla politica e dalle istituzioni è di stare a casa: “sarà tollerenza zero”.

Continue reading


Ott 31 2020

SONO POCHI, AVANZIAMO! Sulle proteste fiorentine di venerdì 30 ottobre

31 ottobre 2020

Sui social l’appuntamento gira da giorni, giornali e amministrazione cercano disperatamente di instillare paura nei potenziali manifestanti affermando che sarà una notte di violenze. Ciechi e sordi a ciò che sta covando sotto mascherine mai cambiate, non si rendono neanche conto che son proprio le loro frasi a convincere gli indecisi a presentarsi in piazza.

Continue reading


Ott 31 2020

Firenze: così la polizia carica i manifestanti

Proteste anti-DPCM a Firenze del 30 ottobre.
In questo e in altri filmati girati in rete si vedono alcuni picchiatori in divisa aggirare gli ordini dei superiori in grado e caricare con violenza una manifestazione spontanea di giovani.

FONTE VIDEO: https://video.corriere.it/cronaca/firenze-scontri-centro-cosi-polizia-carica-manifestanti/bc3871a0-1af6-11eb-9e4d-437f7f93aec5


Ott 31 2020

Rage against covid

31 ottobre 2020, da infoaut.org

Per continuare il dibattito su quanto sta succedendo in questi giorni in molte piazze d’Italia riprendiamo l’editoriale di Brigate Volontarie per l’emergenza, la rete di squadre volontarie che a Milano si muove dall’inizio della pandemia per supportare la popolazione in difficoltà.

Continue reading