Ago 6 2020

Le pandemie trasmesse dalla fauna selvatica prosperano quando la natura viene distrutta

6 agosto 2020. Esiste uno stretto legame tra la distruzione degli ecosistemi naturali per mano dell’uomo e l’aumento di ratti e pipistrelli, che fanno da veicolo a malattie come il Covid-19. A stabilirlo, è una nuova ricerca pubblicata su Nature in cui sono state analizzate quasi 7mila comunità animali in sei continenti.

Continue reading


Ago 6 2020

Solidarietà di quartiere

Questo testo può essere usato per fare solidarietà dal basso nel proprio condominio/quartiere (giriamo da Campo Libero)

FONTE: https://germinalts.noblogs.org/post/2020/03/26/solidarieta-di-quartiere/

 


Ago 6 2020

Nuova pubblicazione: Ruggiti – Cronache di epidemia

 

 

RUGGITI NUMERO ZERO
Leggi il Bollettino Ruggiti

Per ricevere una o più copie cartacee scrivi a: ruggiti@riseup.net

oppure a: CSOA il Molino, c/o Spazio Edo – Viale Cassarate 8 – 6900 Lugano

Editoriale – L’esigenza di diffondere racconti e riflessioni sulla situazione creatasi attorno alla pandemia di coronavirus nasce dall’incontro di persone che vivono sulla propria pelle e in svariati modi le ripercussioni sociali dell’instaurazione di uno stato maggiore di condotta ( stato di controllo militare e poliziesco), imposto con il pretesto dell’emergenza sanitaria.

Crediamo sia importante analizzare il contesto attuale, riportando spunti e riflessioni, critiche, proposte e spazi di confronto. Inoltre, piace pensare che la distribuzione diretta del bollettino, durante  questo periodo di destabilizzazione della quotidianità, possa avvicinare a delle proposte di lettura a cui abitualmente per vari motivi non si avrebbe accesso.

Le persone attive nel progetto hanno provenienze, esperienze ed estrazioni sociali eterogenee, vale a dire: sessismo, razzismo e classismo sono forme di autorità che influenzano le nostre prospettive individuali, in alcuni casi forniscono vantaggi e in altri limitano la nostra libertà. Il contenuto degli articoli riflette questi vari posizionamenti, per cui ogni testo rispecchia la visione personale di chi l’ha scritta.

Quello che ci accomuna sono pensieri e pratiche antiautoritarie: condividiamo una tensione verso un mondo senza gerarchie né oppressione, con la convinzione che solo attraverso un ribaltamento radicale dell’organizzazione sociale e del sistema economico in cui viviamo, e di conseguenza del modo in cui trattiamo il pianeta e gli animali, si trovi la via per un’autentica liberazione.

Sul linguaggio:

Con la consapevolezza che il linguaggio declinato all’universale maschile rispecchi la cultura e la società maschilista in cui viviamo e con la volontà di non dividere i generi nel binomio maschile/femminile perchè crediamo esistano infiniti generi, abbiamo cercato, ognun* a suo modo, di scrivere nel modo più neutro ci sia riuscito (con l’uso degli asterischi, ics, troncamento delle parole, ecc.). L’intento è, nel limite del possibile, di ultilizzare il linguaggio come mezzo per esprimere il nostro dissenso verso il dominio patriarcale.

In tempi di crisi ed emergenze imposte…noi ruggiamo contro ogni forma di autorità.

FONTE: https://frecciaspezzata.noblogs.org/post/2020/04/07/ruggiti-cronache-di-epidemia-n-0-aprile-2020/

ruggiti-impaginato

 


Ago 1 2020

“Non avrai altro dio all’infuori di me”

13 maggio 2020 – Pubblichiamo un articolo tratto dal pamphlet KRINO, la pubblicazione completa si può scaricare a questo LINK

Continue reading


Ago 1 2020

Gli F-35 volano, il Paese affonda

Gli F-35 volano, il Paese affonda

19 maggio 2020

Armi da guerra. I piloti dell’Aeronautica militare italiana hanno superato le 2 mila ore di volo nell’addestramento con gli F-35A. Ogni ora costa al Paese 40 mila euro, per un totale di circa 80 milioni

Continue reading


Ago 1 2020

“Fate radunare gli anziani partigiani. Se poi si ammalano… E’ un rischio da correre”. Esponente della Lega di Forlì scrive post contro i partigiani

Consigliere della Lega di Forlì contro i partigiani: è ...

Forli’, 23 aprile 2020, con un post su facebook il consigliere locale della Lega, Francesco Lasaponara, si augura che i partigiani si ammalino di coronavirus.

Continue reading


Ago 1 2020

Le ultime a riaprire

Coronavirus in Italia e nel mondo: le ultime notizie e il ...

Mentre è scattata la corsa a riaprire tutto, le scuole rimangono chiuse. Invece, come suggeriscono le proposte di alcuni gruppi di genitori e insegnanti, dovremmo cogliere l’occasione per ripensare il modello di istruzione degli ultimi anni.

 

Continue reading


Ago 1 2020

Gli artigli dei militari italiani e Usa sulla didattica a distanza ai tempi del Coronavirus

4 maggio 2020

Non sarà certo la pandemia da coronavirus a porre un freno all’invasivo processo di militarizzazione del sistema scolastico. Scuole chiuse sino alla fine dell’anno? Nessun problema: anche l’Esercito ricorrerà alla didattica a distanza per mantenere stretti i legami con istituti e studenti e portare a termine nel migliore dei modi i propri programmi di formazione interdisciplinare e indottrinamento cultural-militare. Continue reading


Ago 1 2020

“SCUOLA e MEDICALIZZAZIONE” di Chiara Gazzola

ADHD: un bambino vivace non è malato | UPPA.it

Pubblichiamo un articolo di Chiara Gazzola dal titolo “Scuola e medicalizzazione” uscito su Arivista n°442 aprile 2020

Continue reading


Ago 1 2020

Crisi sanitaria e crisi ecologica

11 Maggio 2020

Diversi studi, ancora a livello preliminare, segnalano un nesso tra inquinamento e mortalità da Covid-19. Il degrado ambientale è all’origine di quasi tutte le epidemie passate e lo sarà di altre future.

Continue reading


Ago 1 2020

TAV e coronavirus : alcuni appunti perché nulla sia più come prima

29 Aprile 2020

Niente sarà più come prima è la frase che abbiamo sentito più spesso dall’arrivo dell’epidemia di coronavirus in Europa. Non che di per sé queste parole siano garanzia di nulla. Quante volte sono risuonate nella bocca dei “leader” del mondo, pronti a ripeterle come un mantra dopo ogni crisi per assicurarsi precisamente che niente cambiasse davvero? Eppure ci sembra che stavolta l’arrivo del virus si è accompagnato effettivamente di una sensazione diffusa, quella che la pandemia stia marcando il capolinea di un modello socioeconomico di produzione dei beni e di riproduzione della vita umana e della natura. La consapevolezza che il prezzo altissimo pagato in questa guerra, come amano definirla i media, è imputabile a scelte politiche ed economiche precise rimane però, per ora, allo stato liquido e si disperde nei mille rivoli delle singole esperienze di chi sta subendo la crisi del coronavirus in termini di sofferenza, lutto, paura, privazione degli affetti, mancanza di reddito, angoscia per l’avvenire. Se è vero che la storia non marcia sulla testa, è necessario interrogarsi da ora su come e dove questa consapevolezza trasversale potrebbe coagularsi e prendere forma, parlando una lingua comune e ponendo delle istanze concrete. Pensiamo che la val di Susa, con la densità politica accumulata nella lotta pluridecennale contro il TAV, con il tessuto di relazioni costruito proprio grazie alla battaglia contro il supertreno, rappresenti uno di questi possibili contesti di coagulazione. Questo a patto, innanzitutto, di avere chiaro in quale modo la crisi pandemica s’intrecci con i nodi politici che sono sempre stati posti in maniera più o meno esplicita dal/nel movimento notav ma come, allo stesso tempo, l’irruzione del virus rappresenti una cesura che ci obbliga ora a un salto. Prima che la vita riprenda il corso di una nuova normalità che potrebbe essere ben peggiore della precedente, ci sembra quindi necessario provare a operare una sorta di ricognizione preliminare per capire quali sentieri potrebbe prendere la lotta. Perché tutto non resti come prima servirà una decisa spinta. Cominciamo ad attrezzarci.

Continue reading


Ago 1 2020

Comprendere le ragioni della pandemia da Covid-19: Distruzione ecologica

Comprendere le ragioni della pandemia da Covid-19: Distruzione ecologica

20 Aprile 2020

Molti agenti di malattie infettive derivano da animali. Ma solo raramente si parla della distruzione di ecosistemi e biodiversità che svolge un ruolo centrale nella trasmissione di virus agli esseri umani.
Sulle cause ecologiche per la nascita sia del Covid-19 sia di altre pandemie, non solo nei media mainstream ma anche nell’opinione pubblica di sinistra si comunica e si discute poco. Il focus della discussione generale è sulla prevenzione e l’arginamento della pandemia da Covid-19, sul sistema sanitario sovraccarico e gli interventi drastici sui diritti fondamentali imposti dai governi. Questo naturalmente è giusto, ma omettere sostanzialmente la discussione sui fattori scatenanti è un problema e una mancanza di attenzione per i retroscena.

Continue reading