Bologna richiude (parzialmente) i parchi

23 ottobre 2020

Dopo le misure simili già adottate durante il lockdown, Bologna richiude (parzialmente) i parchi. Cinque le aree verdi interessate. Un’ordinanza firmata oggi dal sindaco Virginio Merola impone il “divieto di accesso e stazionamento all’interno di cinque tra parchi e giardini della città, tutti i giorni dalle 22 alle 6 a partire da lunedì 26 ottobre 2020 e fino a nuove disposizioni”.

Questi i parchi interessati: Giardini Margherita, parco 11 Settembre, giardini di Villa Cassarini, parco del Cavaticcio e giardino John Klemlen. Chi non rispetta l’ordinanza rischia una multa che va da 400 a 1.000 euro. “Dopo la necessaria chiusura di piazza San Francesco, piazza Verdi e di una parte di piazza Aldrovandi- afferma Merola- ho deciso di intervenire nuovamente per limitare l’orario di accesso ad alcuni parchi. Numerosi cittadini ci hanno segnalato assembramenti notturni, e nell’ultimo periodo la Polizia locale e le Forze dell’ordine sono dovute intervenire più volte perchè molte persone si raggruppavano senza alcun rispetto delle misure di contenimento del coronavirus“. Poco prima che fosse comunicata la firma dell’ordinanza, sul tema chiusure era intervenuto l’assessore alla Sicurezza, Alberto Aitini: dopo i provvedimenti sulle piazze “in parte la movida si è spostata e si sposta, quando impedisci l’accesso ad alcune zone è chiaro che il fenomeno non scompare di colpo e ci possono essere degli spostamenti. Noi monitoriamo anche questi, tanto che anche ieri il sindaco ha ribadito che stiamo valutando ulteriori interventi, sempre in coordinamento con la Prefettura, proprio perchè stiamo monitorando la movida e in generale i luoghi dove ci possono essere assembramenti e se servirà prenderemo presto ulteriori provvedimenti”.

 

FONTE: https://www.zic.it/bologna-richiude-i-parchi/


Comments are closed.